Come funziona un’asciugatrice?

L’asciugatrice è un elettrodomestico entrato in uso comune in molte famiglie italiane. Fino a qualche anno fa c’era ancora molta reticenza verso questa macchina.

In Europa, soprattutto nei paesi del nord, è un elettrodomestico di uso quotidiano da tempo e il motivo è legato alle condizioni ambientali.

  • Il clima sicuramente è un fattore che incide sull’uso quotidiano o meno dell’asciugatrice.

In passato si pensava fosse utile solo per pochi, ma nel tempo, valutando la sua utilità e praticità, il suo utilizzo è diventato comune anche nel nostro Paese.

  • Non si conosceva bene la funzione di un’asciugatrice e non si valutavano gli effettivi vantaggi di una macchina come questa in casa.

Il suo ruolo è associato ormai alla pari di una lavatrice. Se quest’ultima è un caro e affezionato elettrodomestico famigliare da decenni, la sua alleata di lavoro, l’asciugatrice, ha faticato prima di farsi apprezzare con tutti i suoi vantaggi.

Come funziona l’asciugatrice?

Come funziona l’asciugatrice? Una domanda che in molti si pongono prima di procedere con l’acquisto.

Il suo funzionamento è molto semplice. Esistono vari modelli in commercio, ma il funzionamento è lo stesso per tutti. L’asciugatrice ha una ventola tramite la quale assorbe aria dall’esterno per inserirla all’interno di un cestello.

Questo meccanismo la trasforma in aria calda grazie a una resistenza. L’aria calda agisce all’interno del cestello mentre è in funzione, asciugando i panni e i vari tessuti, eliminando l’umidità dalla biancheria.

L’asciugatrice si divide in due grandi categorie:

  • Asciugatrice a pompa di calore
  • Asciugatrice a condensazione

L’asciugatrice a pompa di calore funziona come i condizionatori. Introducono aria nel cestello e generalmente sono quelle che usano un contenitore raccogli acqua.

Asciugatrice a condensazione

Le asciugatrici a condensazione di solito sono quelle con l’installazione di un tubo di scarico attraverso il quale, l’umidità, quindi l’acqua eliminata dai tessuti, è espulsa dal tubo di scarico.

Distinguiamo due tipologie

  • Asciugatrice a espulsione
  • Asciugatrice a condensazione

L’asciugatrice a espulsione prevede nel suo funzionamento l’espulsione del vapore tramite dispersione di vapore nel tubo di scarico. Per cui se acquistate un’asciugatrice con sistema a espulsione ricordatevi che questa macchina ha bisogno di questo genere di installazione.

  • Serve un tubo flessibile attraverso il quale l’aria dispersa dalla macchina deve essere erogata, spinta fuori dall’ambiente in cui si trova la macchina.

Per questo tipo di asciugatrice si suggerisce un luogo all’esterno, in modo che il carico di umido rilasciato dalla stessa macchina non danneggi l’ambiente destinato a ospitarla.

Se si trova in un luogo chiuso come il bagno per esempio, potreste trovarvi con problemi di umidità nel locale. Il suggerimento è scegliere un ambiente arieggiato, quindi all’esterno, come un balcone o una terrazza.

Per installarla è necessario l’intervento di un tecnico specializzato.

L’asciugatrice a condensazione funziona in modo diverso. Questa macchina prevede nella sua struttura un contenitore per raccogliere l’acqua.

  • Un avviso acustico e luminoso avvisa quando il contenitore è pieno di acqua e bisogna svuotarlo.

Generalmente andrebbe svuotato per una buona manutenzione della macchina, a ogni fine procedimento di asciugatura. In questo modello non serve alcun tubo e alcun intervento di un tecnico.

L’acqua raccolta se volete, potete farne un uso biologico e riciclarla. Potrebbe essere usata per il ferro da stiro, perché durante la funzione si elimina il calcare.

  • Oppure per innaffiare le piante o magari per lavare i pavimenti.

Potete farne un uso molteplice, sconsigliato per quello alimentare per ovvi motivi.

Asciugatrice salva spazio

L’asciugatrice generalmente ha le stesse dimensioni della lavatrice. Sono circa sui 60 per 60cm per un’altezza di 85cm. In commercio ci sono versioni definite “asciugatrici slim“, per soddisfare le diverse esigenze dei consumatori.

Capita di avere delle misure ridotte rispetto allo standard, disponibili, per dove sistemare l’asciugatrice. In questo caso è necessario preferire un elettrodomestico con misure ridotte per inserire la macchina dove necessario.

  • Molte case moderne hanno bagni e lavanderie ridotte con i metri quadri limitati, per cui si rende necessaria una scelta in tal senso.

Il mercato per fortuna offre asciugatrici con le misure salva spazio di buona qualità, con apertura dall’alto per sfruttare al massimo ogni centimetro della casa, magari poste dietro una porta senza prendere troppo spazio.

Questi ultimi modelli di asciugatrici si possono mettere dietro la porta del bagno o della cucina quando gli spazi ridotti al minimo.

Come funzionano i programmi delle asciugatrici?

L’asciugatrice ha un suo meccanismo come spiegato nei paragrafi precedenti, adesso parliamo dei programmi disponibili.

  • I programmi dell’asciugatrice sono similari per quasi tutte le marche, alcune ne hanno qualcuno più specifico, per cui cambiano i prezzi di vendita. Per esempio sentirai spesso parlare del programma AllergyCare nelle asciugatrici Bosch.

I programmi cambiano in base ai tessuti e al tipo di abbigliamento o accessori da inserire all’interno della macchina.

Ci sono i programmi per il cotone, capi delicati, sintetici e poi ancora per scarpe e indumenti del genere sportivo. L’asciugatrice funziona con l’aria calda, la temperatura si regola in base al tipo di programma da attivare.

Funzioni speciali dell’asciugatrice

  • Ciclo ad aria fredda
  • Stira facile
  • Velocità del cestello regolabile

Tra le varie scelte alcune delle migiori asciugatrici prevedono velocità del cestello differenti. Tale opportunità serve per proteggere eventuali tessuti delicati e soft che rischierebbero di rovinarsi con velocità e temperature troppo elevate.

Le asciugatrici più moderne hanno programmi speciali, come per esempio la funzione a tempo, con l’asciugatura veloce e programmando l’accensione in orari prestabiliti.

Curiosi sono i programmi previsti per capo di abbigliamento che devono essere appesi nell’armadio. Alcune macchine hanno la funzione Ciclo aria fredda, per raffreddare velocemente i tessuti di alcuni capi specifici.

Il programma “Stira facile” non serve solo per l’asciugatura. Questo può servire per preparare il bucato per la stirata , per quei panni che sono particolarmente stropicciati e difficili da stirare.

  • Il cestello di quasi tutte le asciugatrici di ultima generazione sono adatte all’asciugatura della lana. Le macchina moderne sono create per incontrare le esigenze dei consumatori. Asciugare la lana è un trattamento molto richiesto e valido.

L’asciugatrice funziona con un lavaggio mediamente lungo tra i 90 e i 100 minuti. Aumentando il numero dei giri, diminuiscono i tempi di asciugatura.

Sicuramente al termine della lettura di questa guida avrai le idee più chiare su quale asciugatrice scegliere.

Potrebbero interessarti anche...